Unità Operativa Complessa Interdipartimentale di Anestesia e Rianimazione

Unità Operativa Complessa Interdipartimentale di Anestesia e Rianimazione

Queste due strutture dell’Ospedale Evangelico Villa Betania e i relativi professionisti che vi lavorano sono trasversali a tutti i Dipartimenti, le Unità Operative e supportano il Pronto Soccorso.

L'Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione organizza e gestisce l’attività operatoria nel suo complesso. Garantisce consulenze specialistiche per i pazienti dell’area medica e chirurgica ed è in prima linea nel trattamento dei pazienti critici (pazienti settici, pazienti affetti da insufficienza respiratoria e/o cardiovascolare).

 

L'anestesia serve ad eliminare il dolore durante gli interventi chirurgici, consentendo l’esecuzione di operazioni sempre più complesse in ogni tipo di paziente, dal neonato al grande anziano, dall’atleta al cardiopatico. L’anestesia moderna è generalmente molto sicura, tuttavia tale pratica, come accade per tutte le discipline mediche, anche se attuata con diligenza, prudenza e perizia, non è esente da possibili effetti collaterali e potenziali complicanze.

 

La rianimazione è la branca della medicina che si occupa del paziente in condizioni critiche e della cura e del ripristino delle funzioni vitali compromesse dall'insorgenza di una malattia acuta o di un evento traumatico. In rianimazione vengono ricoverati i pazienti con patologie molto gravi. A volte, dopo interventi chirurgici particolarmente complessi e per soggetti in condizioni di salute critiche, si ricorre al ricovero in rianimazione per potere assistere adeguatamente il paziente. Ciò per dare modo al paziente di riprendere completamente l'attività respiratoria e muscolare. L'attività specialistica di rianimazione comprende competenze multidisciplinari tipiche della medicina interna e perioperatoria applicate al paziente critico. La peculiarità è il supporto intensivo del paziente in toto, che comprende il controllo delle funzioni respiratoria, cardiovascolare, neurologica, nefrologica e al controllo dell'omeostasi metabolica e delle infezioni. La sua pratica è strettamente dipendente dal concetto di monitoraggio intensivo delle funzioni vitali e degli effetti di farmaci in infusione continua e presidi invasivi ed extracorporei, che costituiscono una terapia attiva (e non passiva, come spesso ritenuto) per il ripristino delle funzioni fisiologiche spontanee del paziente.

 

Obiettivi e progetti perseguiti dall'UOC di Anestesia e Rianimazione:

  • svolgimento del Progetto Anestesia-Amica in cui il paziente che deve essere sottoposto ad un intervento chirurgico viene accompagnato in tutto il suo iter ospedaliero, dalle visite pre-ricovero fino alla sua dimissione, dalla figura dell’anestesista a garanzia della migliore prestazione sanitaria possibile.
  • adesione al progetto Ospedale Senza Dolore per la sensibilizzazione e la promozione del trattamento del dolore acuto e cronico, raggiungendo il suo punto di eccellenza nel sostegno al parto senza dolore.

 

Direttore: Dott. Luciano Abbruzzese

Nato a Napoli il 19/04/1963 e laureato nel 1989 in Medicina e Chirurgia presso la Seconda Università di Napoli, si specializza  in Anestesia e Rianimazione nel 1993; già responsabile  dell’Unità Operativa semplice di Rianimazione; Coordinatore locale dei Prelievi e dei Trapianti (per l'identificazione e l'accertamento della morte del donatore, valutazione dell'idoneità ai fini del prelievo degli organi e comunicazione dei dati del donatore al centro regionale competente e al Centro nazionale); responsabile della gestione e del buon utilizzo degli emoderivati dell’ospedale

 

Le Unità Operative

L'Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione è costituita da:

- Unità Operativa Semplice di Anestesia e Medicina Perioperatoria 

- Unità Operativa Semplice di Rianimazione