Il nuovo numero di Betania Informa è dedicato al 50° dell’Ospedale

Il nuovo numero di Betania Informa è dedicato al 50° dell’Ospedale

del 09 Ott 2018
Il nuovo numero di Betania Informa è dedicato al 50° dell’Ospedale "Questo numero di Betania Informa è stato preparato con l’obiettivo di condividere il senso di questo anniversario ma anche i ricordi, le persone che ne hanno fatto la storia, alcune testimonianze e le foto".
 
Il giornale si apre con il consueto editoriale del Presidente della Fondazione Evangelica Betania Luciano Cirica, a cui segue una riflessione di Cordelia Vitiello, Vice presidente della Fondazione, che rilegge il significato della presenza dell’ospedale con la chiave di lettura della solidarietà, il tratto caratteristico dell’ospedale. L’articolo di primo piano di questo numero speciale, dedicato al 50° anniversario dell’Ospedale, è un’intervista a Padre Arnaldo Pangrazzi, che fa il punto sulla sanità religiosa in Italia e traccia la strada su cui dovrà evolversi il nostro ospedale nei prossimi anni. Il professore, considerato tra i maggiori esperti internazionali di pastorale sanitaria, affronta alcune delle tematiche di maggiore attualità per la sanità ed in particolare la sanità religiosa, di cui l’ospedale evangelico Betania è una delle più significative testimonianze italiane. Voce anche al Direttore Generale Pasquale Accardo, che racconta i cambiamenti organizzativi e l’evoluzione dell’ospedale negli ultimi 25 anni e al Direttore Sanitario, Antonio Sciambra che racconta com’è cambiata la sanità negli ultimi anni. L’innovazione e la formazione del personale sono un connubio inscindibile a cui da voce il presidente del Comitato Scientifico Francesco Messina.

Il cappellano Vincenzo Polverino, invece, attraverso alcuni ricordi, anche personali, e prendendo spunto dalla Bibbia rilegge alla luce dei risultati raggiunti in questi 50 anni il sogno del fondatore Teofilo Santi e la sua intuizione di una sanità accogliente e solidale, non sono attenta alla salute del corpo ma ad un approccio complessivo alla persona malata o emarginata. 
 
All’interno del giornale c’è un inserto, staccabile, che attraverso 8 pagine ricche di date significative e fotografie, ripercorre la storia dell’ospedale dall’inaugurazione, avvenuta il 20 ottobre 1968 fino ad oggi. 
 
“Questa pubblicazione è dedicata a tutti i nostri collaboratori, passati e presenti, perché loro sono stati e saranno la nostra forza e la nostra speranza” – afferma Luciano Cirica nell’editoriale – “senza il loro contributo ed il loro impegno, infatti, non avremmo festeggiato questo anniversario e non potremmo raccogliere le nuove sfide del futuro”.

L'editoriale si conclude con una dichiarazione che sintetizza e rinnova la mission della Fondazione e dell'Ospedale: "Le nostre porte sono sempre aperte a tutti, ma soprattutto a chi non può permettersi nulla: emarginati, poveri, rom, ragazze-madri, anziani soli, e da un po’ di tempo anche extracomunitari, anche senza permesso di soggiorno. Perché per noi – come è scritto nella art.32 della Costituzione - la salute è un diritto fondamentale dell’individuo". 


Clicca qui per leggere e scaricare Betania Informa

 

Condividi