LA MATERNITÀ IN UNA SOCIETÀ MULTICULTURALE

LA MATERNITÀ IN UNA SOCIETÀ MULTICULTURALE

L'Ospedale Evangelico Betania partner di un seminario di formazione su un tema di grande attualità
LA MATERNITÀ IN UNA SOCIETÀ MULTICULTURALE Nascere in un paese straniero è una sfida per chi nasce, per chi partorisce, per chi assiste e accompagna un nuovo nucleo familiare. Come in ogni nascita, ma ancora di più in questo caso, si incontrato linguaggi e paure, aspettative e rappresentazioni.
Come ci si avvicina al momento della nascita, come ci si prepara e come si possono ascoltare e accompagnare le donne e le coppie rispettandone la diversità e garantendone la sicurezza assistenziale e il supporto umano?
 
Per promuovere la cultura dell'assistenza e il supporto alla maternità in un paese straniero la Rete Fiocchi in Ospedale, un progetto di Save di Children, promuove un seminario di formazione e progettazione. Il workshop è in programma a Napoli venerdì 15 febbraio dalle ore 10.00 alle 17.00 presso la Sala del Capitolo del complesso monumentale di San Domenico Maggiore nell'omonima piazza del Centro storico.
 
Il seminario di cui la Fondazione Evangelica Betania è promotore assieme all'associazione PianoTerra è patrocinato dal Comune di Napoli. L'Ospedale Betania porterà il proprio contributo che deriva dall'esperienza, maturata nell'ambito del progetto de L'Ospedale solidale con gli ambulatori gratuiti dedicati anche alla gravidanza multiculturale.
 

Il programma del seminario
 
10.00-10.30 - Introduzione e saluti
10.30-11.30 - Sessione formativa con discussione
 
Diventare, essere e fare le madri tra diverse culture a cura di Claudia Mattalucci, antropologa, docente Università di Milano-Bicocca
 
Nascere sul confine: maternità e migrazione tra rappresentazioni, aspettative e modelli in transizione. Virginia De Micco, etnopsichiatra, psicoanalista SPI, referente del gruppo Psicoanalisti europei per i rifugiati del Centro psicoanalitico di Napoli, Caserta.
 
13.30 pausa pranzo
 
14.30 - 15.00 - Presentazione di studi di caso con discussione
 
Modelli culturali della nascita a confronto. Un'esperienza da Lampedusa. Chiara Quagliariello, EHESS Parigi
 
Un corso di accompagnamento alla nascita (can) rivolto a donne nigeriane richiedenti asilo e/o rifugiate, Michela Marchetti, Società Italiana di Antropologia Medica (SIAM); Associazione nazionale e professionale italiana di antropologia (Anpia)
 
17.00 conclusioni
 

 

Condividi