Il progetto

Il progetto

Si è costituito in Ospedale un comitato, su base volontaria che vede la presenza del cappellano, di medici, delle ostetriche, delle infermiere, dello psicologo, di alcuni rappresentanti delle chiese e degli evangelici impegnati nel sociale. Tale comitato ha il compito di organizzare e coordinare le diverse iniziative che la Fondazione, l’Ospedale e/o altre associazioni possono intraprendere nel campo della “solidarietà” dentro o fuori la nostra struttura, nel quartiere di Ponticelli o in altre realtà napoletane o regionali. Al momento afferiscono a questo comitato, denominato appunto Ospedale Solidale, le seguenti iniziative:

 

 

  • le attività di aiuto e di sostegno messe in campo nell’ospedale dal nostro cappellano, per i malati e/o familiari, con problemi di disagio psicologico e sociale;
  • il lavoro di screening ginecologico “Prendiamoci cura di Lei, per la diagnosi precoce del Carcinoma Cervico-vaginale, rivolto alle donne extracomunitarie senza permesso di soggiorno;
  • percorsi diagnostici e terapeutici in Ospedale dedicati alle patologie femminili (premiato con 2 Bollini Rosa da parte del Ministero della Salute);
  • il progetto “Rose Rosa, di counseling medico e di prevenzione della salute per le ragazze e le per donne, ideato dalla Chiesa Luterana, che si svolge nei locali delle chiese evangeliche (Chiesa Luterana Torre Annunziata, Esercito della Salvezza di Napoli, Chiesa Avventista di Napoli);
  • iniziative rivolte ai bambini e al sostegno psicologico per le famiglie del reparto di Terapia Intensiva Neonatale - TIN;
  • le attività di informativa per le donazioni degli organi, delle cornee, del sangue e del sangue del cordone ombelicale, con la costituzione di un punto ufficiale di raccolta delle volontà collegato al SIT (Sistema Informativo Trapianti);
  • il progetto di supporto psicologico per i malati obesi, sottoposti agli interventi di chirurgia Bariatrica;
  • il progetto di Sportello Ascolto, rivolto alle donne vittime di violenza, in collaborazione con il Centro Emilio Nitti - Casa Mia di Ponticelli;
  • il progetto di Salute “Expo, organizzato da Lega-Vita e Salute della Chiesa Avventista, finalizzato alla prevenzione della salute;
  • convegni su temi di bioetica e incontri di prevenzione oncologia;
  • sostegno ad associazioni anche non evangeliche che svolgono azioni di solidarietà nel quartiere di Ponticelli.

 

A questo proposito, a seguito di un incontro tenutosi tra il Vicepresidente della Fondazione e il dott. Gino Strada, fondatore dell'ONG italiana Emergency, le due Istituzioni collaboreranno al progetto di ambulatorio sociale che Emergency sta per lanciare nel quartiere di Ponticelli. Si tratta di un intervento volontario che riguarderà un’azione di assistenza medica per le fasce più a rischio della popolazione, a cui l’Ospedale Evangelico intenderà dare assistenza medica e collaborazione costante.